Associazione Pro Loco Grado

Regolamento Associazione Pro Loco Grado

1. DIVENTARE SOCIO

 

1.1 Diventare socio della Pro Loco significa partecipare a tutti gli effetti alla vita dell'Associazione.

Diventare socio è un atto di generosità, perché implica dedicare tempo ed energie per il bene della località e della società che la vive, ma può essere anche momento di crescita personale e di gruppo.

Prima di compilare e inviare il modulo per richiedere la tua iscrizione, ti chiediamo di leggere attentamente lo statuto e il regolamento, poiché iscrivendoti all'Associazione devi conoscerne prima le norme che la regolano.

1.2 La persona fisica dovrà compilare il modulo di richiesta di iscrizione in tutte le sue parti e inviarcelo a mezzo posta, sia ordinaria che elettronica oppure farlo pervenire a mano ad uno dei consiglieri del consiglio direttivo.
1.3. Al primo consiglio direttivo verrà approvato il nuovo socio secondo statuto (si svolgono almeno 4 direttivi durante l’anno)

1.4. Il socio potrà effettuare il tesseramento, compilando e firmando personalmente un ulteriore modulo (modulo di tesseramento UNPLI), versando la quota di iscrizione, e ritirando la propria tessera UNPLI (la Pro Loco Grado aderisce al tesseramento dell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia). Questo punto non può essere fatto per delega, ma solo personalmente. La qualifica di Socio decorre dal giorno successivo a quello nel quale è stato effettuato questo punto dal Socio.

1.5 Il socio potrà versare la quota annuale e ritirare la propria tessera presso la sede legale aperta secondo le modalità descritte negli art. 7.1 e 7.2 del presente regolamento.

1.6 L'autorizzazione al trattamento dei dati personali è necessario all'iscrizione, il documento se mancante nella forma è da rifare)  
1.7 Al momento del tesseramento (3.) verrà fatto compilare un altro modulo al socio per esprimere la proprio preferenza in merito alle comunicazioni interne.

1.8 Ledere, pubblicamente e non, la reputazione della Pro Loco o dei suoi organi è motivo di revoca dell’iscrizione a socio da parte del Consiglio Direttivo o di non ammissibilità del nuovo socio.
Il Consiglio direttivo potrà ammettere il socio in seguito alle scuse pubbliche da parte del richiedente stesso.

1.9 La quota annuale è di € 19,00 comprensiva di 9,00€ per l'estensione blu che prevede tra le altre cose, una polizza infortuni per il socio nell'ambito della sua attività di volontariato con la Pro Loco.

1.10 In caso di richiesta di ammissione respinta, all’interessato dovrà essere comunicata la motivazione della deliberazione in forma scritta.
1.11 L’ammissione alla Pro Loco è subordinata all’accettazione senza riserve dello Statuto e del presente regolamento.

2. ASSEMBLEA DI SOCI

 

2.1 L’assemblea deve essere convocata almeno 10 giorni prima.

2.2 Durante le assemblee la segreteria aprirà almeno un’ora in anticipo per registrare eventuale deleghe.

2.3 All’arrivo del socio la segreteria verbalizzerà la presenza.
2.4 Il socio non iscritto alla Pro Loco 30 giorni prima dell’assemblea partecipa e interviene al dibattito ma senza diritto di voto.


3. IL SEGRETARIO

 

3.1 Il consiglio direttivo può eleggere un segretario.
3.2 Il segretario, qualora presente e possibilitato, redige i verbali del consiglio direttivo e li trascrive

3.3 Il segretario è custode dei beni immobili e mobili della pro loco

3.4 Il segretario dovrà redigere eventuali contratti di comodato d’uso gratuito per l’attrezzatura ceduta temporaneamente a terzi per le manifestazioni.

3.5 Il segretario decade quando decade il consiglio direttivo o a scadenza naturale dello stesso.

 

4. BENI IMMOBILI: AREA FESTEGGIAMENTI DI FOSSALON

 

4.1 L’area festeggiamenti non è cedibile a terzi come prevede il contratto che concede la struttura a pro loco

4.2 Per le altre associazioni è possibile organizzare manifestazioni presso l’area se in co-organizzazione della pro loco

4.3 In caso si verifichino le condizioni al punto (2) del presente articolo, dovrà esserci sempre presente un membro del consiglio direttivo o un socio delegato durante le manifestazioni. In caso il direttivo non deliberi diversamente il responsabile predesignato è il segretario.

4.4 L’attrezzatura della cucina non può essere smontata per essere ceduta a terzi.
4.5 La pro loco supporta e co-organizza tutte le manifestazioni tradizionali di Fossalon anche se organizzate da soggetti terzi, qualora il direttivo non deliberi diversamente.

 

5. BENI IMMOBILI: CASONE PUNTA SDOBBA (non appena finiti i lavori di adeguamento)


5.1 IL casone a Punta Sdobba potrà essere usato ed essere richiesto da associazioni e soci per cene sociali, incontri, attività didattica, riunioni e quant’altro previsto dalle nostre finalità sociali.
5.2 Il casone sarà sede del circolo fotografico della Pro Loco

5.3 Una domenica al mese la Pro Loco aprirà il casone al pubblico esponendo gratuitamente una mostra fotografica naturalista. In caso di pioggia la data verrà annullata
5.4 Almeno una volta all’anno dovrà essere organizzata una giornata di apertura infrasettimanale, invitando le scuole del mandamento per organizzare eventuali gite scolastiche.

 

6. BENI MOBILI: ATTREZZATURA


6.1 La Pro Loco Grado cede su richiesta ad associazioni o soci in comodato d’uso gratuito al fine dell’organizzazione di manifestazioni la propria attrezzatura.
6.2 Per la cessione dei beni in comodato d’uso gratuito, la pro loco stipulerà con i comodatari un contratto di comodato di beni mobili.

6.3 i beni oggetto dovranno essere ceduti solo in perfetto stato di manutenzione ed efficienza, esenti da vizi e del tutto idonei alla loro funzione, e il comodatario si dovrà impegnare a mantenerli nello stesso stato di conservazione in cui li ha ricevuti

6.4 La comodataria si impegnerà a non utilizzare la cosa comodata per scopi e usi diversi da quelli propri, a custodire i beni con la massima cura e diligenza e a restituirli immediatamente a richiesta del proprietario nelle condizioni in cui gli sono stato consegnati, salvo il normale deperimento d’uso.  

6.5 Qualora la comodataria ritardi la restituzione del bene comodato, dovrà pagare al comodante una penale quantificata dalla pro loco al momento della stipula del contratto

6.6 Eventuali le spese derivanti dall'utilizzo dei suddetti mezzi/beni sono completamente a carico della comodataria, così come tutte le spese per la manutenzione ordinaria e straordinaria ed ogni altro onere derivante dalla disponibilità e dall'uso dei beni ceduti

6.7 La comodataria si impegnerà a non cedere a terzi a qualsiasi titolo il godimento o l’uso in tutto o in parte dei beni comodati, neppure temporaneamente e senza il consenso del comodante

6.8 La pro loco in fase contrattuale definirà il numero dei giorni per cui il comodato sarà valido.

6.9 Alcuni beni dell’associazione, per motivi di deperimento, fragilità o difficoltà di smontaggio non sono cedibili a terzi.

6.10 Per la cessione in comodato di apparecchiature elettroniche o fragili potrà essere prevista la presenza di un tecnico idoneo all’uso della stessa. In questo caso non sarà necessario il contratto di comodato, in quanto la responsabilità resterà in capo alla pro loco

 

7. TRASPARENZA

 

7.1 Il sito internet Grasani.it contiene lo statuto, il regolamento, gli indirizzi della pro loco e gli orari di apertura della sede.

7.2 Il sito Graisani.it contiene un sezione con i moduli scaricabili per richiedere il tesseramento con la descrizione delle modalità di adesione.

7.3 Il sito Graisani.it contiene una sezione trasparenza con il resoconto dei contributi ricevuti dall’associazione.
7.4 Ogni socio ha il diritto di esaminare i libri sociali facendone richiesta scritta al C.D. che provvederà a convocare il richiedente nel termine di 45 gg. La documentazione presa in visione non potrà essere asportata nemmeno attraverso fotocopie o fotografie. Il richiedente potrà formulare richieste di informazioni sui documenti visionati.
Si consiglia di comunicare tramite pec poiché l’invio tramite posta elettronica ordinaria potrebbe finire in spam. Qualora la lettera sia consegnata ad un consigliere, il termine decorre dal primo direttivo.

 

8. DOVERI DEI SOCI

 

8.1 Ilsocio deve accettare e rispettare le norme del presente Statuto e quelle del Regolamento interno, laddove esistente, nonché le delibere del Consiglio Direttivo

8.2 Il socio deve collaborare alle attività dell’Associazione;

8.3 Il socio deve accettare le cariche sociali od altri incarichi, salvo documentato e motivato impedimento, cui fossero chiamati dagli organi dell’Associazione;

8.4 Il socio deve comportarsi secondo le comuni regole di civile convivenza, buona educazione, correttezza e lealtà sia nei confronti degli altri Soci sia della stessa Associazione;

8.5 Il socio deve osservare il segreto d’ufficio sulle notizie e sui fatti afferenti l’Associazione di cui vengano a conoscenza in ragione dell’incarico espletato o della carica ricoperta.

 

9. INCOMPATIBILITA’

 

9.1 Le cariche del Direttivo della Pro Loco sono incompatibili con incarichi in Pubbliche Amministrazioni (Enti Locali), in partiti politici, in Associazioni di Categoria e Consorzi a scopo di lucro.


10. VARIE


10.1 La sede sita a Grado in Piazza Rialto n° 6 è aperta ogni prima domenica del mese dalle ore 10:00 alle             ore 12:00, da febbraio a dicembre.

10.2 I soci possono fissare, per svariati motivi di loro interesse, un appuntamento tramite mail.

10.3 Il presente regolamento può essere modificato in qualsiasi momento dal consiglio direttivo, secondo le norme vigenti.

 

SCHEDA ASSOCIAZIONE

Associazione Pro Loco Grado
Piazza Rialto, 6
34073 Grado (GO)
prolocogrado@gmail.com
P.IVA e C.F. 01132300318

Presidente
Barletta Stefano

Consiglio direttivo
Balduit Gianni
Cester Enrico
Marchesan Alessandro (classe '59)
Tognon Massimiliano